Sous le verre, rien.

Si ghiacciano gli occhi neri
nella poca sostanza del riflesso
di una vetrina sul nulla.
Che si porta appresso
un rumore falsamente forte
come una cascata di niente.

Nuova neve color catrame cincischia sui tetti.
E mentre dormi sognano
anche le fate sperse sul mare
in ricerca di conchiglie nuove
e sole color rame mattutino.
Come le grondaie.
Spesso il futuro è preda di sentieri
persi in una abisso profondo il giusto
da non bagnarsi nemmeno le caviglie.

Immagine: “Colazione sull’erba moderna”. Dalla Rete.

111

 

5 pensieri riguardo “Sous le verre, rien.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...